Il concetto di “promozione della salute” è stato codificato nel 1986 dalla “Carta di Ottawa”, che, a distanza di più di vent’anni, costituisce un importante, quanto attuale, documento di riferimento per lo sviluppo di politiche sanitarie o comunque legate alla tutela ed allo sviluppo della salute dei popoli e non solo.
La Carta di Ottawa, sottoscritta da tutti gli Stati appartenenti all’Organizzazione Mondiale della Sanità, definisce la Promozione della Salute come “il processo che consente alle popolazioni di esercitare un maggior controllo sulla propria salute e di migliorarla”.

Questa definizione implica:
­- la creazione di strutture e di servizi che consentano di offrire un adeguato supporto al perseguimento della salute negli ambienti di vita e di lavoro, attraverso condizioni di maggiore sicurezza e gratificazione;
­- il potenziamento delle attività di sostegno alle comunità, nelle scelte e nelle operazioni volte al conseguimento ed al mantenimento della salute dei cittadini che vi appartengono;
­- il riorientamento dei servizi sanitari, in un’ottica che sempre di più valorizzi l’interazione, lo scambio e la collaborazione con altri settori che, più o meno direttamente, sono coinvolti nella realizzazione e nel miglioramento delle condizioni di salute.

La Promozione della Salute si propone, tra l’altro, di raggiungere l’eguaglianza nelle condizioni di salute, attraverso la predisposizione e l’attuazione di interventi volti a ridurre le discriminazioni ed offrire a tutti eguali opportunità e risorse per conseguire il massimo potenziale di salute auspicabile.
Accreditati studi internazionali hanno effettuato una stima quantitativa dell’impatto di alcuni fattori sulla longevità delle comunità, utilizzata come proxy della salute. I fattori socio-economici e gli stili di vita, sembrano contribuire per il 40-50%, lo stato e le condizioni dell’ambiente per il 20-33%, l’eredità genetica per un altro 20-30% e i servizi sanitari per il 10-15%.
Il Corso sviluppa questi temi ed in particolare quelli dell’Educazione Sanitaria, non trascurando aspetti di Psicologia sociale e della Comunicazione nonché di Evidence Based Prevention ed Economia politica e sanitaria.

Obiettivi formativi
• Discutere il concetto di salute, descrivendo il complesso processo storico-culturale attraverso cui si è affermato ed evoluto, portando alla moderna definizione di Sanità Pubblica quale interprete privilegiato dei bisogni e dei determinanti di salute e promotore di cambiamenti finalizzati al miglioramento della salute nella società.
• Acquisire i concetti di promozione della salute e di educazione alla salute, individuando nell’educazione un prezioso mezzo di promozione.
• Apprendere il significato dei determinanti della salute e degli indicatori per analizzarli e costruire collegialmente indicatori per la lettura dei determinanti.
• Consolidare le competenze professionali ed applicare le relative metodologie necessarie alla programmazione, alla attuazione e alla valutazione di interventi di educazione e promozione della salute in termini di efficacia, efficienza, appropriatezza.
• Acquisire il concetto di alfabetizzazione sanitaria, valorizzandone l’importanza quale strumento per la realizzazione di una opportuna coscienza sanitaria che possa contribuire ad orientare positivamente le scelte di salute dei singoli e della collettività.
• Individuare le ripercussioni economiche degli interventi di prevenzione.
Materie

PROMOZIONE DELLA SALUTE (MED/42)
ECONOMIA SANITARIA (MED/42)

Inizio: 17.07.2017

Per ulteriori informazioni:

Ph: 0577/234084

Email: phrlcorsi@unisi.it