L’epidemiologia è il principale strumento della Sanità Pubblica. Essa è classicamente definita come “studio della distribuzione della salute e delle malattie in seno alle popolazioni”. Come si evince anche dal nome, derivante dalle parole greche epi-demos-logos, l’epidemiologia si occupa di problemi che riguardano popolazioni, piuttosto che singoli individui; è questa una linea di demarcazione con la medicina clinica, che si rivolge al singolo paziente.
Scopo dell’epidemiologia non è solo quello di rispondere alle domande “chi ha un problema di salute”, “quando lo ha avuto” e “in che luogo si è manifestato”, ma anche “perché si è verificato?”. In quanto metodologia per “rerum cognoscere causas” (antico motto della Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica – S.It.I.), le cause di malattia, ma anche i complementari determinanti di salute, essa ha giocato e gioca un ruolo essenziale nella prevenzione delle malattie infettive, nella scoperta delle cause di cancro, cardiovasculopatie ed altre malattie croniche e, più in generale, nella promozione della salute. L’analisi dei bisogni e la valutazione dell’outcome sono, inoltre, strategici contributi epidemiologici alle valutazioni economiche in sanità ed alla programmazione dei servizi sanitari. Occorre dire che la metodologia epidemiologica è nel frattempo divenuta anche basilare per la medicina clinica: le principali riviste scientifiche mediche pubblicano, di fatto, soprattutto rassegne epidemiologiche.
Obiettivo generale di questo Short course è quello di far acquisire le nozioni e gli strumenti della metodologia epidemiologica e farne percepire l’utilità in ambito sanitario. In particolare si descriveranno le principali misure usate per le analisi epidemiologiche e si affronteranno i problemi relativi alla pianificazione, realizzazione e valutazione degli studi descrittivi, ecologici, trasversali, analitici, e sperimentali. I Discenti dovranno, inoltre, cimentarsi in una vera e propria indagine epidemiologica, al fine di poterne sperimentare i problemi organizzativi e metodologici.

Obiettivi formativi

• Conoscere i concetti fondamentali dell’epidemiologia
• Discutere l’utilità dell’epidemiologia ai fini della programmazione e della valutazione dei servizi sanitari
• Utilizzare le misure di frequenza (incidenza; prevalenza)
• Utilizzare le misure di associazione (Rischio Assoluto e Relativo; Odds Ratio; Rischio Attribuibile)
• Discutere ed individuare i fattori di rischio ed i nessi di causalità con gli outcome
• Conoscere i principali tipi di studi epidemiologici
• Impostare studi caso controllo e di coorte
• Conoscere la metodologia dei clinical trials
• Affrontare i problemi organizzativi e metodologici di una inchiesta epidemiologica (outbreak)
• Discutere il ruolo dei fattori confondenti e delle distorsioni dovute a BIAS
• Appropriarsi dei concetti base di demografia e conoscere le tecniche di standardizzazione
• Discutere l’utilità e l’affidabilità dei test di screening
• Come scrivere/presentare un lavoro/attività scientifica

Materie

METODOLOGIA EPIDEMIOLOGICA (MED/42)
DEMOGRAFIA (SECS-S/04)

Inizio: febbraio 2018

Per ulteriori informazioni:

Ph: 0577/234084

Email: phrlcorsi@unisi.it