Il sistema informativo è l’equivalente del sistema nervoso di una organizzazione. Qualunque attività di controllo è inesorabilmente dipendente dalla disponibilità e qualità di informazioni sulla struttura, sul processo e sui risultati prodotti. La misurabilità conferisce ad ogni situazione la possibilità di interpretazione oggettiva e di comparabilità, fattore alla base della stessa idea di scienza e di civiltà.

La misurazione della salute umana (e, in modo complementare, degli stati di malattia), nelle sue manifestazioni collettive (popolazione, casistiche, gruppi) costituisce un problema complesso, da affrontare considerando aspetti molto diversificati tra loro. E’ questo il compito dell’Epidemiologia, che viene definita da Last (2001) come “lo studio della distribuzione e dei determinanti delle situazioni o degli eventi collegati alla salute in una specifica popolazione e l’applicazione di questo studio al controllo dei problemi relativi”. Già nei primi anni ’80 del secolo scorso Paccagnella sottolineava come, accanto all’ormai consueto e, per molti versi, collaudato studio dei problemi sanitari in chiave etiologica (ricerca delle cause di malattie o dei determinanti di salute), “l’Epidemiologia si trova, oggi, ad affrontare con sempre maggiore attenzione gli aspetti connessi alla programmazione ed al controllo dei servizi e degli interventi sanitari.”

Va altresì considerato che l’Epidemiologia Descrittiva-Valutativa utilizza abitualmente misure del ricorso a servizi ed a prestazioni sanitarie da parte dei cittadini, in quanto indicatori (seppure indiretti) di bisogno (o, più propriamente,  di domanda), ma anche di accessibilità e qualità percepita propedeutici alla programmazione sanitaria, nell’ambito della quale si integrano le culture biomedica, economica, aziendale, statistica, informatica e sociologica.

Questo Corso/Modulo, considerandone fondamenti scientifici l’analisi del bisogno e dell’outcome, non trascura le fenomenologie multidisciplinari della programmazione sanitaria, dall’ambito politico della decisione di piano, all’ambito aziendale della individuazione e contrattazione degli obiettivi di budget, all’ambito della rendicontazione socio-sanitaria.

Obiettivi formativi

  • Individuare fonti e raccogliere dati statistico – epidemiologici
  • Costruire indicatori sanitari e sistemi di indicatori
  • Analizzare i bisogni di salute e porli in scala di priorità
  • Programmare per obiettivi misurabili
  • Progettare una ricerca o un’attività
  • Analizzare un piano sanitario;
  • Impostare una relazione sanitaria
  • Valutare criticamente e collaborare alla programmazione ed al controllo di gestione aziendale

Materie

EPIDEMIOLOGIA E PROGRAMMAZIONE SANITARIA (MED/42)

 

Inizio: 08.05.2017

Per ulteriori informazioni:

Ph: 0577/234084

Email: phrlcorsi@unisi.it